Contatti

Studio Scienze Olistiche Applicate
Dr.ssa Francesca Rossetti

Castel Maggiore
Via Montale, 2

Funo
Via Galliera, 62

Tel. 389-1238607
email: info@corpomentecuore.it

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Scheda programma per miglioramento funzioni metaboliche

PROGRAMMA DI ESERCIZI PER STIMOLARE IL METABOLISMO

a cura Dott. Francesca Rossetti

 

 

INTRODUZIONE

 

Con il termine METABOLISMO intendiamo le operazioni di trasformazione dei cibi in energia disponibile per l’organismo. Da questa definizione si evince quanto sia importante:

 

  • Una rigorosa scelta degli alimenti
  • Una modalità di conservazione atta a preservarne le potenzialità alimentari
  • La scelta di una cucina semplice e poco elaborata, ad alta digeribilità
  • UNA MODALITA’ DI CONSUMARE IL CIBO ATTA A FAVORIRE LA SUA ASSIMILAZIONE

 

Per quanto attiene all’ultimo punto è di notevole importanza:

  • Scegliere di consumare i pasti in un contesto rilassante e con ridotti stimoli esterni (tutto il contrario rispetto alla tradizione italiana che vede la consumazione dei pasti come un momento di goliardia e convivialità)
  • Mangiare LENTAMENTE e CONSAPEVOLMENTE: essere coscienti che ci stiamo alimentando per prenderci cura del nostro corpo e della sua salute, aiuta a predisporre il nostro corpo ad accogliere i cibi e a svolgere le proprie funzioni
  • MASTICARE ACCURATAMENTE: la prima digestione si fa in bocca!. Alcune componenti del cibo hanno bisogno di essere pre-digerite dagli enzimi presenti nella saliva, perciò il cibo deve essere masticato fino ad essere liquefatto prima di essere inghiottito. Senza questo passaggio, molte sostanza arrivano allo stomaco che non è “progettato” per digerirle e, oltre ad appesantirlo, vengono eliminate come sostanze di scarto senza essere assimilate.

 

AVVERTENZE

 

Consiglio di svolgere ogni gruppo di esercizi la mattina, a digiuno, per circa 20 giorni di seguito. La respirazione deve essere ritmica e abbastanza veloce.

Le stesse pratiche possono essere eseguite più lentamente per favorire la digestione.

 

In caso di affezione acute dell’apparato digerente attendere di rimettersi completamente prima di praticarle. In ogni caso prima di cominciare, è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

Inoltre, tengo a sottolineare che il presente documento rappresenta solo un pro memoria di pratiche già affrontate insieme per più di 2 mesi. Se non ricordate qualche passaggio o in caso di dubbi, non improvvisate, ma contattate l’Associazione.

 

ESERCIZI massaggio dell’apparato digerente – I gruppo

 

Primo movimento: In piedi, gambe divaricate di circa 30 cm, dita delle mani intrecciate e palme rivolte v/alto. Tenere la schiena diritta, rilassare la gabbia toracica e il diaframma ascoltando il respiro posizionarsi all’altezza dello stomaco, alleggerendolo. 8 respiri completi – MASSAGGIO INTERNO DELLO STOMACO

 

Secondo movimento: Dalla posizione precedente inclinare il busto di lato leggermente, senza arrivare ad attivare i muscoli del fianco, inspirando al centro ed espirando mentre si flette alternativamente a destra e a sinistra.16 ripetizioni complessive (8 a destra e 8 a sinistra) – MASSAGGIO INTERNO DI FEGATO E MILZA

 

Terzo movimento: dalla posizione precedente, eseguire delle torsioni del busto (senza muovere il bacino). Espirando le mani si posizionano sul torace, gomiti piegati all’altezza delle spalle. Inspirando ruotare il busto a destra distendendo il braccio che sta dietro. Espirando tornare in posizione centrale. Ripetere sull’altro lato. NON MUOVERE IL BACINO -16 ripetizioni complessive – MASSAGGIO TRATTO INIZIALE DELL’INTESTINO

 

Quarto movimento: piedi distanziati a circa 60 cm, BACINO FERMO, inpirare ed espirando flettere e torcere il busto a destra portando la mano sinistra dietro al ginocchio destro. Inspirare tornando alla posizione iniziale e ripetere dall’altra parte – 16 ripetizioni complessive –  MASSAGGIO TRATTO CENTRALE

 

Quinto movimento: Seduti, piegare la gamba sinistra e toccare con il tallone l’inguine. Espirando ruotare a destra il busto tenendo le braccia aperte e facendo in modo che il gomito sinistro faccia leva sul ginocchio sinistro per aumentare la torsione e la relativa pressione sulla parte bassa dell’addome. Inspirando tornare al centro ed espirando ruotare dall’altra parte invertendo anche la posizione delle gambe -16 ripetizioni complessive – MASSAGGIO TRATTO FINALE

 

 

Comments are closed.